🧠 Il blog è dedicato al tema vpn e sicurezza, privacy dei dati su Internet. Parliamo di tendenze attuali e notizie relative alla protezione.

Tutto su Facebook: come Facebook può ostacolare la tua privacy online

8

Penso che sarai d'accordo con me sul fatto che Facebook è il colosso delle piattaforme di social media. Ma sei d'accordo se dico che Facebook è anche il nuovo re della sorveglianza informatica?

Aspetta cosa!?!? Com'è così…

Mi permetta di spiegare.

Facebook è noto per raccogliere dati personali degli utenti senza il loro consenso e gli eventi recenti lo dimostrano.

Lo scandalo che ha coinvolto Cambridge Analytica e le elezioni presidenziali insieme all'app Research Project installata da Facebook ha lasciato la privacy di molti utenti allo sbando.

Ma non temere, come in questo post, spiegherò tutti i fatti controversi relativi a Facebook.

Dopo aver letto questo post, sarai in una posizione migliore per adottare determinate misure per proteggere la tua privacy digitale durante l'utilizzo di Facebook.

Cominciamo..

Facebook non è sicuro come pensi

Puoi considerare il tuo profilo Facebook come la tua entità ma la tua identità appartiene a Facebook. Il famoso sito di social media ha ottenuto così tante informazioni sul tuo stile di vita senza prendere il tuo consenso.

Puoi considerare tali informazioni sotto forma di indirizzi e-mail, preferenze alimentari, cerchie di amici, programmi TV o film preferiti e così via, il tutto attraverso le attività che svolgi online.

Non si può negare che la conoscenza è potere e che la conoscenza si ottiene attraverso le informazioni che fornisci a Facebook senza sapere.

Tuttavia, le tue informazioni possono cadere nelle mani di persone sbagliate. Di conseguenza, possono utilizzare le tue informazioni personali per tutti i motivi errati.

Potrei avere ragione se dico che l'unico account Facebook sicuro è quello che hai rimosso.

Facebook ha conservato i dati degli studenti

Summit Public Schools, una delle principali reti scolastiche, si è unita a Facebook per un progetto chiamato "Apprendimento personalizzato".

Tuttavia, il suddetto progetto ha sollevato problemi di privacy anche tra gli studenti e i loro genitori.

Il progetto utilizza principalmente un software denominato "Summit Basecamp" che consente agli studenti di massimizzare i propri processi di apprendimento.

Tuttavia, il software memorizza sorprendentemente i dati degli studenti e costringe i genitori a compilare moduli che potrebbero rivelare la privacy degli studenti.

Oltre a raccogliere dati, possono condividere le informazioni personali degli studenti con parti interessate e terze parti come Google e Clever.

Le informazioni raccolte consistono in indirizzi e-mail, nomi, record di utilizzo di Internet, voti degli studenti e attività scolastiche.

Le impostazioni sulla privacy di Facebook sono discutibili

Sai che quando pubblichi qualcosa su Facebook puoi comunque cambiarne il numero di spettatori?

Ti starai chiedendo come sia possibile.

Modificando le tue impostazioni sulla privacy, puoi raggiungere immediatamente la tua missione.

Puoi condividere i tuoi post solo con i tuoi amici.

Allo stesso modo, sei libero di condividere i tuoi post anche con i tuoi amici e conoscenti.

Ma aspetta…

I tuoi post e altre informazioni sono lead per i marketer.

Come?

Quando condividi qualcosa su piattaforme di social media, invii effettivamente i dati nel cyberspazio. Non hai alcun controllo su come altri utenti potrebbero utilizzare le tue informazioni.

Ad esempio, il tuo amico scatta la tua foto e la pubblica su Facebook. Ciò significa che il tuo amico dovrà modificare le sue impostazioni sulla privacy per consentire ad altre persone di vedere la tua foto.

Pertanto, devi discutere dei problemi di sicurezza di Facebook con i tuoi amici.

È necessario istruirli sulle implicazioni delle impostazioni sulla privacy se non configurate in modo appropriato.

Facebook ha attirato gli utenti ad hackerare i propri account

In precedenza, il popolare sito di interazione sociale ha indotto i suoi utenti ad hackerare i propri account.

In questo modo, gli utenti hanno compromesso la loro privacy mentre tentavano di accedere agli account di altri utenti.

Puoi considerare la frode sotto forma di messaggio popup di un amico. Gli utenti tentano di copiare e incollare codice dannoso nella console di Facebook.

In tal modo, invitano hacker o ficcanaso online a recuperare le informazioni sugli account degli utenti.

Facebook è diventato una fonte di disinformazione

Sorprendentemente, Facebook ha fatto nuovamente notizia, ma per tutte le ragioni sbagliate. Diversi paesi come Papua Nuova Guinea, Cina, Pakistan e altri hanno bloccato i suoi servizi in passato.

Le autorità ufficiali della Papua Nuova Guinea hanno preso questa iniziativa per fermare gli utenti falsi che hanno utilizzato Facebook per diffondere disinformazione.

Il governo cinese ha ridotto l'utilizzo di Facebook per supportare la propria piattaforma di social media come WeChat, Toudou Youku, Zhihu e altri.

Allo stesso modo, negli ultimi anni gli utenti falsi hanno scelto Facebook come strumento per diffondere informazioni sbagliate contro vari governi.

Questo è il motivo per cui numerosi paesi hanno limitato l'uso di Facebook in diverse occasioni.

Facebook ha aiutato Donald Trump nella sua campagna presidenziale degli Stati Uniti

L'anno scorso, #Delete Facebook è stata una delle tendenze più seguite su Twitter. Cambridge Analytica, un'organizzazione di data mining, ha aiutato Donald Trump durante la sua campagna presidenziale.

L'organizzazione ha raccolto 50 milioni di utenti di Facebook per sostenere l'agenda politica di Trump. Inoltre, Facebook ha accumulato informazioni utili sugli utenti statunitensi e ha modificato anche le loro abitudini di voto.

Cose da evitare per proteggere la tua privacy su Facebook

Utenti diversi non pensano alla loro privacy e pubblicano tutte le loro informazioni riservate su Facebook.

Significa che i criminali informatici possono trarre vantaggio indebito e accedere facilmente alle tue informazioni cruciali.

Allo stesso modo, dovresti superare la tua abitudine di pubblicare in pubblico poiché altri utenti possono scoprire attributi sconosciuti della tua vita personale.

Inoltre, alcuni utenti hanno persino utilizzato la loro data di nascita come password dell'account.

Quando usi Facebook, devi usare password complesse. Altrimenti, le persone sospette possono hackerare i tuoi account esplorando le password del tuo account.

Possono inviare contenuti dannosi ai tuoi cari o amici a tua insaputa.

Sorprendentemente, molti utenti preferiscono mantenere la stessa password per accedere a diversi account. Pertanto, dovresti sviluppare una password separata per ciascun account di conseguenza.

Allo stesso modo, le tue password dovrebbero includere caratteri speciali che migliorano l'anonimato delle tue password a un altro livello.

Avvolgendo

C'è vita dopo Facebook. Se non usi Facebook per qualsiasi motivo, puoi comunque condurre una vita felice e prospera.

Non importa in quale paese vivi, Facebook può tenere d'occhio le tue informazioni personali e professionali da qualsiasi luogo.

Ma la linea di fondo è quanto sei preoccupato per la tua privacy online.

Puoi mantenere il livello di anonimato desiderato offrendo una quantità limitata di informazioni sul tuo profilo Facebook.

Quindi, invece di scusarti e lamentarti, fai il passo giusto per proteggere la tua posizione digitale.

Agisci prima che sia troppo tardi.

Dimmi cosa hai fatto per proteggere i tuoi profili Facebook commentando di seguito.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More